Piccole Mostre Crescono

Piccole Mostre Crescono

… così, tra un girovagare e l’altro alla ricerca del proprio personalissimo climax possibilmente natalizio per gli amanti del genere, è estremamente piacevole fermarsi in un bar per rigenerare la forma mentis con qualsivoglia bevanda, ed è ancora più sorprendentemente piacevole fermarsi da Pino’s Bar perché lì proprio all’interno ci si imbatte in una carrellata di immagini di questa testarda cittadina che barcolla ma ancora non molla, di questa San Severino che offre a sorpresa scorci quasi dimenticati, quasi nascosti che aspettano solamente di essere (ri)scoperti da nostalgici, avventurieri e quel che rimane del tanto notorio popolo di naviganti, poeti e sognatori.

Immagini e scorci di questa San Severino che a furia di ricordi e di “come eravamo” rischia di rimanere“com’era”, e non per tutti è un bene.

Una San Severino che comunque cattura l’attenzione nei suoi mattoni antichi, nelle sue viuzze ricche di odori e splendori, nel suo particolare acciottolato che ora amplia e ora attutisce i passi del temerario viandante nonché instancabile camminatore, quell’acuto osservatore che risponde al nome di Ivan Taddei.

Ivan Taddei usa tornare e ritornare al suo paesello perennemente in bilico tra passato e presente, armato della sua sola matita che abile e intuitiva dà vita a scenari colmi di suggestione ed emozioni dove ognuno ritrova una parte di sé fanciulla remota, quando tutto era ancora possibile.

E dunque giova all’anima visitare questo salottino poetico di Taddei all’interno di Pino’s Bar, perché una soffiata di sana cultura almeno a Natale ci può stare. #anatalepuoi

Lara Taddei

18/12/2017 / da / in

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *